Racing History: 7 aprile 1968 – Il pilota di Formula 1 Jim Clark muore in un incidente durante una corsa di Formula 2 all’Hockenheimring in Germania

Topfuel Racing Racing History: 7 aprile 1968 – Il pilota di Formula 1 Jim Clark muore in un incidente durante una corsa di Formula 2 all’Hockenheimring in Germania

7 aprile 1968 –  Il pilota di Formula 1 Jim Clark muore in un incidente durante una corsa di Formula 2 all’Hockenheimring in Germania

James Clark Jr., detto Jim, è stato un pilota automobilistico britannico considerato uno dei migliori piloti di Formula 1 di tutti i tempi.

Il suo stile di guida si basava sulla sua velocità: non aveva una particolare tattica di gara, otteneva spesso la pole position poi partiva sempre molto forte ottenendo, già nel primo giro, un margine di vantaggio sugli inseguitori, quindi se la macchina non aveva problemi procedeva continuando a migliorare i tempi sul giro. Era anche molto versatile riuscendo a portare al limite macchine diverse adeguando la sua guida secondo il tipo di vettura.

Jim Clark iniziò la stagione 1968 con una vittoria nel primo Gran Premio disputatosi a Kyalami, coadiuvato da una Lotus particolarmente competitiva. Tutto faceva pensare a un campionato dominato dal campione scozzese, ma il 7 aprile, durante una gara di Formula 2 (il campionato osservava quattro mesi di stop dopo la tappa sudafricana) a Hockenheim in Germania, ebbe l’incidente fatale. Le cause non furono mai accertate, anche se l’ipotesi più verosimile è quella del cedimento meccanico, l’unica testimonianza fu quella di Chris Irwin che si trovava poco più indietro:”Non riesco a spiegarmi come sia potuta avvenire la tragedia. Ho visto la macchina di Clark uscire di pista proprio all’inizio della curva denominata Coda di gambero. La macchina ha rotolato su sé stessa più volte poi si è schiantata tra gli alberi”.

Successivamente venne fatta una possibile ricostruzione basata sul fatto che, secondo alcuni esperti di disastri aerei, la gomma posteriore destra presentasse un danno non dovuto probabilmente all’urto, ma anteriore allo stesso. Secondo il costruttore, una foratura lenta avrebbe portato alla fuoriuscita del copertone dal cerchio o lo scoppio della camera d’aria raggiunta una certa velocità nel veloce curvone a destra.

Alle prime persone che si apprestano a soccorrere il pilota britannico si presenta una scena orribile: i detriti disseminati nel raggio di venti metri, la parte posteriore dell’auto staccata da quella anteriore e a causa dell’urto è ripiegata su se stessa come una bandana, e a un’altezza di 5 metri da terra su un albero vi è un’ammaccatura inconfondibile, il punto in cui il casco di Clark è andato a sbattere durante l’orribile volo. All’arrivo dei medici il cuore di Clark batte ancora, ma clinicamente Jimmy è ormai morto.

[fonte: Wikipedia] https://it.wikipedia.org/wiki/Jim_Clark

Pistakart Topfuel

Topfuel Racing Milan Arena || SP 103 Cassanese, km10 a Vignate (Milano) || Noleggio Kart & Bike indoor, Tornei e Campionati, Corsi kart e moto, Area Meeting, Lounge Bar, Area Giochi, Organizzazione eventi aziendali e privati, feste di compleanno, addii al celibato.

Articolo scritto da Pistakart Topfuel

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>